Fotografare con i riflessi nell’acqua

25 Condivisioni

Specchiare un paesaggio sull’acqua con composizioni d’effetto.

Fotografare con i riflessi nell'acqua. Austria

Spesso nelle immagini più suggestive nella fotografia di paesaggio, quelle più rappresentative, sono bellissime montagne innevate che si specchiano su di un lago.

Per i paesaggisti fotografare con i riflessi nell’acqua  significa poter ottenere immagini dall’effetto forte.

Non è difficile trovare ispirazione, basterà cercare un fiume o dei laghi da sfruttare come base per le nostre composizioni.

Ma non basta trovare un laghetto per ottenere i riflessi da noi sperati, occorrono anche le giuste condizioni di luce e meteo.

Il vento

Il vento gioca un ruolo fondamentale, in quanto l’assenza totale riesce a trasformare l’acqua   in  un vero e proprio specchio.

Ovviamente l’acqua dev’essere quanto più possibile limpida affinché possiate specchiare il vostro paesaggio su di essa.

L’ora migliore

L’ora migliore per ottenere un effetto ancor più accentuato è senz’altro dopo l’alba è all’imbrunire.

Da evitare le ore centrali soprattutto se il celo è sgombro di nuvole.

Le nuvole

Spesso un cielo con nuvole sparse conferiscono all’acqua un effetto più suggestivo, specie nella Golden Hour.

L’acqua oltre a riflettere il nostro paesaggio si colora andeponendo  la dominante che il cielo assume in una determinata ora.

Per questo motivo prediligo fotografare all’imbrunire.

Conclusione

Per ottenere il riflesso sperato è necessario  conoscere  il luogo.

Ancor prima di effettuare le vostre foto, il mio consiglio è quello di recarvi  nel luogo più volte, affinché possiate sfruttare al meglio ogni angolazione, così sarete sicuri di portare a casa un bellissimo paesaggio che si specchia nell’acqua.

25 Condivisioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *