Fotografare i paesaggi con lo smartphone

30 Condivisioni

Quanti di voi hanno provato a fotografare i paesaggi con lo smartphone ma non siete riusciti a raggiungere i risultati sperati?

Villaggio Coppola, fotografia di paesaggio urbano

Villaggio Coppola, scatto realizzato con smartphone Nokia 1020. Photo by Jo Vittorio

In questo articolo vi svelerò alcuni trucchi che ho adottato con il mio telefonino, trovandomi in paesaggi bellissimi senza la mia reflex.

Con pochi semplici consigli riuscirete anche voi a migliorare l’esperienza fotografica ed il modo di fotografare con il vostro smartphone. Queste regole valgono per tutti i generi di fotografia.

Non scoraggiarti

Il fatto di non possedere un corredo fotografico professionale, non vuol dire che non sarete mai in grado di fotografare i paesaggi con lo smartphone

Se possiedi uno telefonino di ultima generazione, ricorda che hai le stesse possibilità di fotografare i paesaggi con lo smartphone come un professionista! Hai capito bene. La foto la fai tu e non la macchina fotografica.

Montesano SA, foto realizzata con iPhone 4s. Photo by Jo Vittorio

Ricorda che se hai fatto una bella foto con il tuo telefonino, nessuno potrà dire che fa schifo perché l’hai fatta con lo smartphone, sarebbe un ipocrita.

Come posso fotografare i paesaggi con lo smartphone come un vero professionista?

Iniziamo con il dire che se possiedi una bella reflex Full-Frame, ma la usi in modalità automatica, otterrai gli stessi risultati che otterresti con il tuo smartphone.

Impostiamo tutto in manuale

Cominciamo a settare la fotocamera del nostro smartphone e impostiamo la modalità manuale, in impostazione avanzate. Acertiamoci che gli ISO siano a al valore 100iso.
A questo valore è necessario avere un piccolo treppiede con supporto per telefonino, per evitare il mosso.

Ricordate che Fotografare i paesaggi con lo smartphone, valgono le stesse regole che si usano per tutte le fotocamere che siano reflex digitali, mirrorless o compatte. Abilitiamo il timer per scatto a distanza.
Ancoriamo il nostro smartphone saldamente sul treppiede e siamo pronti per comporre la nostra immagine.

Come comporre un immagine prima dello scatto

Fotografare i paesaggi con lo smartphone

Centro commerciale, scatto Nokia 1020. photo by Jo Vittorio

L’errore più comune di molti è quello di inquadrare un soggetto al centro dell’immagine. In questo modo il risultato è quello di ottenere un immagine piatta e poco dinamica.

Adottiamo La regola dei terzi

La regola dei terzi è una tecnica compositiva usata anticamente anche dai pittori, oggi molti fotografi professionisti e fotoamatori adottano questo tipo di tecnica.

la regola dei terzi

Provate ad immaginare il campo inquadrato e divederlo in terzi, cioè nove riquadri. Poniamo il nostro soggetto in una delle intersezioni delle nostre linee immagginarie. Noterete che l’immagine risulta essere più omogenea e molto più dinamica.

Gli smartphone di ultima generazione dispongono di una griglia guida in tre terzi. Potete impostare la griglia per allenare l’occhio. Con questa tecnica noterete sin da subito che le vostre foto risulteranno molto più suggestive.

Impariamo a rendere bella una foto

Ganzirri Messina

Ganzirri Messina – scatto realizzato con honor 8 – foto Rinaldo Gialloreto

Ciò che attira inconsciamente la nostra attenzione guardando una bellissima foto, è la composizione di un immagine pulita e ordinata, senza disturbi che ci distolgano dal soggetto principale.

Allo stesso modo accade quando entriamo per la prima volta a casa di un amico e troviamo un ambiente ordinato e confortevole. La nostra mente è abituata a percepire la bellezza attraverso la simmetria.

Così avviene anche quando ci piace il viso di una bella ragazza. Questo perché un viso simmetrico e pulito suscita istintivamente la regolarità, e nella nostra mente viene associato al concetto di bellezza. Ma adesso provate ad immaginare la stessa ragazza, ma questa volta notiamo subito un grosso neo che gli copre quasi mezza guancia. perderemo subito l’attrazione verso di lei? La risposta è quasi certamente sì!

Questo perché idealmente vi è un elemento di disturbo che si interpone con la simmetria, rendendo il soggetto meno bello. Un fotografo professionista possiede un occhio allenato agli elementi di disturbo.

Questo ci aiuta a capire come comporre la nostra immagine, riuscire a percepire se vi sono elementi di disturbo che interferiscono con il nostro soggetto, in questo caso dei bellissimi paesaggi. Adesso che abbiamo imparato a capire come osservare una scena non ci resta che comporre la nostra inquadratura e scattare.

Spero che questo articolo sia stato utile per quanti coloro avevamo qualche perplessità su come realizzare belle foto con il loro smartphone.

30 Condivisioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *