PC fisso per Photoshop: Le configurazioni ideali 2021

Oggi avere un buon PC fisso per Photoshop, costituisce la possibilità di poter gestire al meglio ogni tipo di file di grande dimensione, come per esempio i file Raw di una Sony α7R IV da ben 61 MP.

Questo non significa affatto che dobbiamo spendere cifre esorbitanti per poter ottenere una discreta Build. Vi basterà recarvi sul sito ufficiale di Adobe e leggere i requisiti di sistema che richiede l’ultima Release di Photoshop, per rendervi conto da voi stessi.

Ovviamente stiamo parlando di requisiti specifici per il Foto editing, e non video editing, dove in questo caso, il processo maggiore viene gestito dalla Scheda grafica(GPU).

PC fisso per Photoshop

Nel Foto-editing l’importanza della scheda grafica (GPU) è relativamente marginale, se si considera che sia in Photoshop che in Lightroom, il lavoro maggiore viene svolto dal processore (CPU), e dalla Ram la quale ci permette di poter gestire al meglio il Multitasking.

In questa guida spiegherò le caratteristiche dei vari componenti, e alcuni consigli sulle migliori configurazioni Build, per ottenere un buon fisso per Photoshop, relativi ai sistemi Windows, asseconda la fascia di prezzo e aggiornate al 2021. Per la stesura di questa guida mi sono basato sulle informazioni e rapporti pubblicati da Puget Systems.

PC pre-assemblato o configurazione da assemblare

I PC pre-assemblati, per intenderci, sono quei desktop che trovate esposti negli store di elettronica nei centri commerciali.

Questi vengono pre-assemblati da noti marchi, come Asus, HP o Acer. Ma potete anche trovarli sullo store di Amazon, spesso sotto nomi di marche poco conosciute.

Esistono svariate configurazioni per fascia di prezzo, e spesso con prezzi molto allettanti.

Ma conviene acquistarne uno?NI!

Se partiamo da un pre-assemblato come un HP piuttosto che un Asus, i prezzi di partenza sono abbastanza bassi, considerando il fatto che i componenti sono generalmente di ottima fattura, ma con una dotazione limitata, come pochissima Ram o processori poco potenti. Un ottimo compromesso per un uso da ufficio più che da Foto-editing.

Mentre per trovare qualcosa di più potente dal punto di vista del video-editing dobbiamo andare su un MSI, che offre componenti davvero di pregio ma con prezzi davvero esorbitanti, e più adatto al Games.

Poi ci sono i pre-assemblati di Amazon, questi ultimi solitamente si presentano con prezzi molto allettanti. In questo caso, il motivo è dato dal fatto che la maggior parte di questi pc vengono assemblati da aziende straniere, le quali acquistano in stock svariati componenti datati a prezzi bassi e senza curare con attenzione la qualità. SCONSIGLIATI!

Laddove vorreste un pre-assemblato personalizzato ad hoc, ci sono i negozi specializzati, i quali vi offrono la possibilità di avere un PC totalmente configurato, asseconda le proprie esigenze con componenti davvero di alto pregio, oltre ad avere un assistenza. Ovviamente in questi negozi i prezzi sono maggiori, dovuti al fatto che giustamente devono guadagnarci sul lavoro di assemblaggio, e non possono avere gli stessi margini di guadagno di uno store come Amazon.

Per quando riguarda la configurazione da assemblare da se, rimane dal mio punto di vista la soluzione migliore.

Assemblare un pc da se, per un uso esclusivo di Photoshop , significa adottare i migliori componenti e configurarli ad hoc per le esigenze di foto-editing. Questo vi permetterà di arrivare ad ottenere un PC dalle prestazioni adeguate per lo scopo per cui è stato pensato, senza dover spendere cifre altissime.

Pertanto assemblare un PC non è così difficile, ma se è la prima volta che provate ad assemblarlo, vi consiglio di andare su Youtube dove troverete svariati tutorial, su come assemblare un PC da soli.

Ovviamente se non vi sentite pronti, ho avete paura di fare qualche danno, non esitate ad affidatevi tranquillamente ad un negozio specializzato in PC.

Processore ideale per Photoshop

Quando si parla di configurare un PC, la prima cosa da tenere in considerazione è sicuramente il Processore (CPU).

Il Processore è il componente più importante, soprattutto per quanto riguarda le prestazioni di un software come Photoshop. Tuttavia non significa a fatto che più potente è la CPU maggiori saranno le prestazione ottenute dal nostro software di editing.

Questo dipende dal fatto che vi è un limite da parte di Photoshop nell’ottenere il massimo rendimento da ogni singolo Core, nonostante con l’ultima Relase Photoshop abbia migliorato lo sfruttamento di utilizzo della CPU, il che dimostra che avere un processore con più di 8 core non porta ad ottenere benefici così evidenti.

Quinti una scelta errata di una CPU, nonostante sia di altissime prestazione, si potrebbe tradurre in prestazioni peggiori.

Al momento della stesura di questo articolo, le migliori CPU per Photoshop secondo Puget Systems, risultano essere le AMD con:

  • Ryzen 7 5800X
  • Ryzen 9 5900X
  • Ryzen 9 5950X

Questi processori rispetto ad Intel risultano leggermente avvantaggiati. considerando anche il prezzo minore.

Scheda Grafica (GPU)

Per quanto riguarda la scheda grafica (GPU) in Photoshop, innanzi tutto dobbiamo un po’ ridimensionare il falso mito, in cui si pensa che una buona scheda grafica faccia la differenza nella buona riuscita nel foto editing.

GPU RTX 3090

Come detto all’inizio dell’articolo, il ruolo della GPU nel foto editing è davvero marginale, in quando il suo utilizzo è legato al funzionamento di alcuni effetti, oltre alla risoluzione del monitor.

Ad oggi nonostante Adobe abbia incrementato l’utilizzo dell’acceleratore grafico in alcuni effetti, la percentuale di utilizzo dell’acceleratore grafico risulta relativamente basso.

Ecco un elenco di alcune funzionalità di Photoshop che richiedono una GPU per l’accelerazione:

  • Blur Gallery – OpenCL accelerato
  • Camera Raw
  • Dimensione immagine – Mantieni dettagli
  • Lens Blur
  • Filtri neurali
  • Seleziona Focus
  • Seleziona e maschera: OpenCL accelerato
  • Smart Sharpen – OpenCL accelerato

Funzionalità che non funzioneranno senza una GPU:

  • 3D
  • Birds Eye View
  • Flick Panning
  • Oil Paint
  • Perspective Warp (more info)
  • Render – Flame, Picture Frame, and Tree
  • Scrubby Zoom
  • Smooth Brush Resizing

Dati ricavati da Photoshop GPU FAQ

Da alcuni test di comparazione effettuati tra diverse tipologie di GPU, sembrerebbe che le differenze siano davvero minime come si evince dal grafico di Puget Systems.

Score GPU

A quando pare una RTX 3090 con ben 24GB di Memoria risulta addirittura con qualche punto leggermente inferiore rispetto ad una RTX 3070 da 8GB.

Questo dimostra che in Photoshop la quantità di VRAM ( ovvero la memoria video della scheda grafica) non è determinante, a meno che non si usano Monitor da 4K. In questo caso il vantaggio di una maggiore VRAM ci permetterà di adottare anche sistemi a multi monitor.

Grafica Integrata

Sono stato un possessore di un vecchio Laptop con core i5 di quinta generazione, con grafica integrata e una memoria condivisa di soli 512 MB. Photoshop ha sempre girato senza alcun problema, ovviamente con alcune limitazioni.

Ma lo svantaggio di una Grafica integrata rispetto ad una GPU dedicata, è molto evidente, se si considera che essa lavorerà in certi casi quasi al massimo della sua frequenza, di conseguenza potrebbe portare ad un surriscaldamento della CPU. Inoltre la memoria video utilizzata non supera i 1024 MB, limitando l’uso di monitor a soli 1080p. Ovviamente nessuno vi vieta di collegare un monitor a 4K, ma questo porterebbe sicuramente il vostro pc a lavorare in maniera lentissima.

Il mio consiglio è quello di adottare esclusivamente GPU dedicate.

Quanta RAM serve per Photoshop

La Ram dall’inglese Random Access Memory (memoria ad accesso casuale) è la memoria in cui vengono immagazzinati tutte le informazione di un determinato programma. L’accesso casuale permette di accedere ad una determinato dato in qualunque ordine. In ogni caso i dati nella memoria verranno persi al momento della chiusura del programma stesso.

In Photoshop la quantità di Ram è determinante, in quanto essa ci permetterà di poter lavorare sulle varie immagini caricate. Maggiore è la quantità di Ram disponibile, maggiore sarà la possibilità di gestire le varie immagini, anche di grandi dimensioni.

In genere un buon PC fisso per Photoshop per poter lavorare in maniera efficiente, dovrebbe avere almeno 16GB di Ram. Questo quantitativo di Ram ci permetterà di poter gestire file di dimensioni nell’ordine di 500MB. Mentre con 32GB di Ram possiamo gestire file fino ad un massimo di 1GB.

Archiviazione (SSD, HDD)

Ad oggi esistono tre unità di Storage standard, il classico disco rigido o comunemente detto hard disk (HDD), e i più recenti SSD e NVMe.

Gli SSD Non-Volatile Memory Express, più comunemente SSD, sono unità a stadio solido, e sono di ultima concezione. Questi SSD possiamo considerarli come un evoluzioni degli hard disk standard.

La loro velocità rispetto ad un HDD standard è di gran lunga superiore, 550 Megabyte al secondo utilizzando una porta SATA.

Mentre Gli SSD NVMe detti anche (M.2 e U.2) sono ancora più veloci, ovvero 3400 Megabyte al secondo, grazie all’utilizzo delle porte PCI Express o PCIe, le quali permettono di superare ampiamente i limiti imposti di una porta SATA.

I vantaggi di un SSD sono ragguardevoli rispetto ad un classico HDD, come per esempio i tempi di avvio rapidissimi, sia per quanto riguarda il sistema operativo che l’avvio dei programmi, accesso ai file immediato, sia in scrittura che in lettura ed il trasferimento dati è pressoché istantaneo.

Gli svantaggi degli SSD sono legati al costo ancora elevato rispetto ad un classico HDD, per questo motivo consiglio di abbinare ad un SSD da 500GB per il sistema operativo e la gestione di Photoshop è un HDD classico da un paio di TB come Storage.

Le Configurazioni ideali

Una breve premessa va fatta per quanto riguarda la scelta dei vari componenti che ho scelto.

Ho selezionato attentamente ogni singolo componente, basandomi esclusivamente per un utilizzo prettamente di Foto-editing. Quinti considerando un uso non da video-editing, sono riuscito a mantenere una soglia di prezzo Medio/Bassa, risparmiando sulla scelta di schede grafiche meno performanti, a favore di una maggiore Ram. Ovviamente in ogni momento potrete sostituire la scheda video con una più performante nel caso si decida ti utilizzare la Build per il Video editing.

Ogni componente delle varie configurazione è perfettamente compatibile e ben bilanciato, un buon compromesso per avere un PC fisso per Photoshop dalle ottime prestazioni.

Configurazione da 1000 Euro

Processore (CPU)AMD Ryzen 5 3600
DissipatoreStock
Scheda MadreMSI B450 TOMAHAWK MAX ATX AM4
MemoriaCorsair Vengeance LPX 16 GB (2 X 8 GB)
StorageSamsung Memorie MZ-V7E500 970 EVO SSD
Storage 2
Scheda Video (GPU)Zotac Gaming GeForce GTX 1660
AlimentatoreAlimentatore ATX semi-modulare Corsair CXM 650
CaseCooler Master MasterBox Q500L

Configurazione da 1600 Euro

Processore (CPU)Intel Core i7-10700K 3.8 GHz 8-Core
DissipatoreCooler Master Hyper 212 EVO V2
Scheda MadreASRock H470 Steel Legend ATX
MemoriaCrucial Ballistix BL2K16G32C16U4B 3200 MHz, DDR4
StorageSamsung Memorie MZ-N6E500 860 EVO
Storage 2Seagate IronWolf – Unità SATA da 6 Gbit/s, HDD, CMR 3.5″
Scheda Video (GPU)Nvidia GeForce GTX1660
AlimentatoreCorsair RM750 Alimentatore ATX, Completamente Modulare, 80 Plus Gold, 750 Watt
CaseCorsair 4000D Airflow Case ATX Mid-Tower

Configurazione da 2000 Euro

Processore (CPU)AMD-Ryzen 7 5800X 4th Gen 8-core
DissipatoreNoctua NH-U12A, Dissipatore per CPU
Scheda Madre*MSI MAG B550M MORTAR
MemoriaCrucial Ballistix BL2K16G32C16U4B 3200
StorageSamsung Memorie MZ-N6E500 860 EVO
Storage 2Seagate IronWolf – Unità SATA da 6 Gbit/s, HDD, CMR 3.5″
Scheda Video (GPU)Asus GeForce RTX 3080 10GB TUF
AlimentatoreCorsair RM750 Alimentatore ATX
CaseCorsair 4000D Airflow Case ATX Mid-Tower

*Attenzione! Questa scheda madra con chipset AMD B550 potrebbe richiedere un aggiornamento del BIOS ancor prima di utilizzare la CPU Vermeer.

Conclusione

Una buona Build per Photoshop è sicuramente una macchina configurata in maniera ottimale, che ci consente di poter lavorare ogni tipo di file Raw, a prescindere dalla dimensione del file, e senza alcun rallentamento, perché per un fotografo non c’è niente di più frustrante della perdita di ore di lavoro per un cavolo crash.

Spero che con questa guida sia stata fatta un po’ di chiarezza, soprattutto sul lato hardware.

Buona luce!

Ti è piaciuto questo articolo?
Sending
Recensione utente
4 (1 vote)

lascia un commento

Le regole della composizione

SCARICA LA GUIDA GRATUITA